F.A.Q.

  1. Domanda: Quale differenza c’è tra una psicoterapia e l’ipnositerapia?

   domande labirintoRisposta: L’ipnosi è uno stato mentale naturale che può essere generato e utilizzato per fare psicoterapia a seconda delle esigenze del paziente. Facendo un paragone con la medicina possiamo dire che come un medico utilizza l’anestesia per compiere un’operazione chirurgica, l’ipnosi può essere utilizzata per produrre lo stato di “trance” e lavorare direttamente con il funzionamento inconscio della mente. La cura è pertanto l’utilizzo terapeutico che si fa della trance e non la trance in se stessa, così come nella medicina la cura è l’operazione chirurgica e non l’anestesia di per sé. Inoltre, come in medicina non esiste solo la chirurgia come strumento di cura, anche nella psicoterapia ci sono altre modalità e tecniche che possono essere utilizzate per risolvere i diversi problemi in rapporto alle diverse situazioni e bisogni del paziente.

2. Domanda: Quali vantaggi offre l’ipnositerapia rispetto ad altre forme di psicoterapia?

   Risposta: Il vantaggio maggiore è quello di essere diretta al sintomo e ai vari problemi avvertiti dal paziente senza cartelli domandetuttavia dover analizzare ogni esperienza del passato. I tempi di soluzione sono spesso più brevi per cui nei casi in cui il sintomo diventa un elemento che impedisce lo svolgersi delle normali attività quotidiane previste, essa diventa la terapia consigliata. Inoltre ha buona probabilità di successo rispetto a quei sintomi che hanno una componente somatica invalidante (es: paralisi isteriche, tic nervosi ecc.).

 

3. Domanda: Ci sono dei rischi nell’utilizzo dell’ipnosi in psicoterapia?

campo

Risposta: Essendo la trance ipnotica un fenomeno fisiologico e naturale della nostra mente, il suo utilizzo da parte di persone serie e qualificate non risulta essere rischiosa.

4. Domanda: Possono esserci degli inconvenienti come per esempio non riuscire ad uscire dalla trance (risveglio).

risveglioRisposta: Assolutamente no, come ogni stato mentale anche la trance è soggetta a variazioni temporali. Sipensi come esempio al comune sonno, per quanto possa farci piacere dormire anche in modo prolungato finiamo comunque per svegliarci una volta recuperato il riposo necessario.

Iceberg-C&I5. D: Cosa si intende per inconscio o mente inconscia?

   R: Molte delle nostre azioni, pensieri, esperienze, emozioni, non sempre raggiungono la consapevolezza cosciente, vale a dire che non sempre siamo consapevoli di ciò che facciamo, pensiamo, o proviamo emotivamente, tuttavia questi aspetti seppure inconsapevoli, esercitano un’influenza sulla nostra vita quotidiana e sulle nostre scelte di vita. In tali casi parliamo di aspetti inconsci gestiti da una mente inconscia o inconscio.